LA DANTE ALIGHIERI PRESENTA L’ANNUARIO IDENTITÀ SAMMARINESE

Lunedì 10 dicembre, alle ore 18, presso la Sala Conferenze Cassa di Risparmio di Palazzo SUMS in Città, la Società Dante Alighieri di San Marino presenterà alla cittadinanza l’edizione 2018 del suo annuario “IDENTITÀ SAMMARINESE – Riflessioni sulla libertà e la democrazia, fra politica, storia, cultura”, giunto all’importante traguardo del decennale. Sarà il dott. Antonio Morri a introdurre la pubblicazione, una delle più prestigiose della vita culturale sammarinese, crocevia di studiosi e officina di idee. Tanti gli autori che hanno contribuito con i loro testi, selezionati dalla Commissione presieduta da Luigi Lonfernini con il coordinamento editoriale di Paola Masi.

Il documento presentato a inizio volume è una poesia anonima del Seicento “Il trihonfo della libertà perpetua”, attribuita da Michele Ghiotti all’illustre ecclesiastico sammarinese Valerio Maccioni.

Segue il memoriale sul grande statista, docente, giurista e giudice Federico Bigi, a cura delle figlie Federica e Paola. Di Bigi la relazione depositata alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo e la dissertazione “Possibilità e limiti della politica estera di un micro-stato”, trascrizione del discorso pronunciato a Roma il 27 maggio 1970.

Importante il testo di Valeria Ciavatta, esperta giurista, che illustra con grande precisione la recente riforma del Bollettino Ufficiale della Repubblica, “strumento moderno e autorevole”, che consente rigore e certezza del diritto.

Poi Gabriele Gasperoni, appassionato cultore di Dante, ha voluto fare dono ai lettori di un saggio sulla formazione giovanile del Sommo e le sue aspettative su Arrigo VII.  Sempre di tema dantesco il testo di Valeria Martini, già relatrice del Mese Dantesco 2018, sull’originale sua pièce teatrale presentata in quell’occasione, “La lunga sera di Virgilio”, che immagina la storia del Duca dopo l’addio al discepolo in cima al Purgatorio.

Notevole l’analisi storica, curata da Patrizia di Luca, sul riconoscimento del nuovo stato di Israele da parte di San Marino; vengono pubblicati i documenti riguardanti lo scambio epistolare tra il Segretario di Stato Giacomini ed il primo ministro Ben Gurion. Di grandissimo spessore pure l’appassionante e puntuale “Cronaca di un insuccesso: come farsi sfuggire per la seconda volta l’aquila del tesoro di Domagnano”, fatta da Francesca Michelotti, già Direttore dei Musei di Stato. Davvero originale inoltre il saggio dello noto storico locale Verter Casali su tre delitti avvenuti nel Borgo nel XIX secolo.

Fondamentale il dittico filosofico-giuridico su “Quid est libertas?”: il primo a cura di Luigi Lonfernini, avvocato e giurista, che ha scritto su “San Marino nel I millennio”, e il secondo di Paolo Mieli, illustre storico e giornalista, con il testo della sua orazione per l’insediamento della Reggenza su “San Marino e la parola libertà”. Su analoghi argomenti poi il prestigioso intervento di Ercole Sori, Direttore del Centro Sammarinese di Studi Storici, con “Identità sammarinese. Studio teorico e prassi quotidiana”.

Di grande attuale significato il contribuito di William Casali sullo sviluppo digitale a San Marino dal 1990 al 2018 e di notevole interesse l’apporto del primario Alessandro Mularoni, che ha descritto e analizzato “La realtà oculistica a San Marino”, ospitando anche i contributi dei suoi collaboratori. Aida Maria Adele Selva, Presidente del Consorzio Terra di San Marino, racconta invece il coraggio di innovare nel settore dell’agroalimentare certificato. Prezioso il contributo di Carlo Romeo, Direttore di San Marino RTV, che intervista il celebre giornalista statunitense Alan Friedman.

Maria Lea Pedini, già Direttore generale del Dipartimento degli Affari Esteri, presenta una puntuale e documentata cronaca del gemellaggio San Marino-Arbe in occasione del suo cinquantennale. L’ambasciatrice Daniela Rotondaro ripercorre poi le relazioni bilaterali fra Italia e San Marino, dalla convenzione del ’39 ai recenti sviluppi seguiti alla visita in Repubblica del Ministro degli Esteri Italiano Enzo Moavero Milanesi.

Chiude l’annuario il testo del noto architetto Gino Zani, incisiva riflessione “per un ampio comparto museale”, che descrive il contesto del suo intervento professionale sulle Logge dei Volontari che ora ospitano la Galleria d’Arte Contemporanea, inaugurata di recente.

Pubblicato grazie alle donazioni di Cassa di Risparmio e della Società Unione Mutuo Soccorso, “IDENTITÀ SAMMARINESE” anche quest’anno è una preziosa strenna natalizia per tutti i sammarinesi ed è già disponibile nelle edicole e librerie della Repubblica.

su "LA DANTE ALIGHIERI PRESENTA L’ANNUARIO IDENTITÀ SAMMARINESE"

Lascia un commento

il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.


*